I Biodistretti

I nostri progetti hanno come obiettivo l’insediamento di biodistretti, ovverosia la realizzazione di poli che valorizzino e mettano a sistema le risorse inutilizzate del territorio integrando produzione di energia elettrica e termica e attività produttive nell’ambito dei bioprodotti e delle nuove applicazioni bio da materie prime seconde.

Gli Assets

I biodistretti si fondano sulla disponibilità di risorse naturali locali, con esclusione di quelle destinate al settore food, e sulla possibilità di valorizzarle tramite tecnologie all’avanguardia, progettate per essere reciprocamente sinergiche, nell’ottica della circolarità delle materie e dei flussi propria dell’economia circolare. Quello del biodistretto è infatti un modello aperto, poiché nuove materie e nuove tecnologie possono essere inserite all’interno del suo design.

Territorio e Comunità

Alla base di ogni nostro progetto c’è un attento studio della vocazione, delle risorse e dell’economia del territorio, ma soprattutto l’ascolto e il coinvolgimento delle comunità locali – amministrazioni pubbliche, associazioni, imprese e cittadinanza –  perché solo in questo modo il biodistretto può assolvere il suo compito primario: generare innovazione, occupazione e sviluppo sostenibile.

La mappa dei nostri biodistretti

Nella nostra attività in Italia abbiamo accumulato un profonda competenza nel settore delle energie rinnovabili applicate direttamente al territorio e su come queste possano contribuire al suo sviluppo e a quello della sua comunità. Ci siamo resi conto di come questo know how, basato sul concetto di biodistretto come aggregatore di competenze multisettoriali, rappresenti un vero e proprio modello di business sostenibile, virtuoso ed esportabile in tutto il mondo, soprattutto in quelle realtà che necessitano di un’iniezione di competenze tecnologiche, energetiche e finanziarie necessarie a dare una spinta allo sviluppo economico locale.

Mappa dei
Biodistretti