La Produzione di energia da biomassa è un processo carbonio-neutrale. Perchè?

L’utilizzo della biomassa per fini energetici è una delle strategie promosse da molti Paesi per ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera. La biomassa vegetale è infatti considerata un’energia rinnovabile, creata da un processo chimico naturale, la fotosintesi. Con la fotosintesi, le piante trasformano il carbonio da anidride carbonica (CO2) in biomassa vegetale. Essendo un’energia rinnovabile, si considera che la biomassa sia anche carbonio-neutrale. Il concetto di neutralità consiste nell’attribuire zero emissioni di gas serra all’utilizzo di un certo materiale. Nel caso della biomassa, il concetto è basato sull’ipotesi che il carbonio rilasciato durante la combustione non contribuisca ad aumentare la concentrazione di CO2 in atmosfera, ma venga riassorbito con la ricrescita della vegetazione. Questo assorbimento non accade nel caso dei combustibili fossili, dato che i tempi per la loro formazione sono molto più lunghi.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner